L’anno che verrà

Nel post che chiudeva l’anno 2008 scrivevo che avremmo vissuto l’anno nuovo “…tra recessione, inflazione, deflazione e tasse che proprio non caleranno, visto che le proiezioni dei cervelloni danno tutto il 2009 in sofferenza…” Nel frattempo, il puttaniere nazionale accusava di disfattismo coloro che parlavano di crisi. Alla fine del 2009, nel solito post conclusi scrivendo “…Ci ritroveremo tutti, insieme … Continua a leggere

Il nuovo che avanza

Chiarisco subito, così evito futuri equivoci: ho festeggiato la caduta del “Cainano” perché proprio non se ne poteva più e, allora, ti accontenti di quello che arriva. Anche se, come ha scritto l’amico Mimmo, “…Ancora una volta è stato lo straniero (leggasi Europa e mercati) a cacciare un nostro dittatore….” e non, aggiungo io, i milioni di lavoratori che vedono … Continua a leggere